Coronavirus, il bollettino del 10 settembre: in Sicilia i contagi salgono ancora (+106)

L’aggiornamento quotidiano del ministero della Salute sull’andamento dell’emergenza sanitaria nell’Isola

CATANIA – L’incremento di casi di coronavirus in Sicilia ormai dura da giorni, ma non si superavano 100 contagi in un solo giorno da diverso tempo. E invece, dopo i 77 positivi di ieri, nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 106 nuove infezioni, un aumento che neanche ad aprile la Sicilia faceva registrare. Tutto ciò in un quadro di generale aumento di contagi in tutta Italia.

La curva epidemiologica comincia quindi a impennarsi pericolosamente secondo l’ultimo bollettino del ministero della Salute che riporta un generale incremento non solo di casi ma anche di ricoveri in ospedale e in terapia intensiva, proprio alla vigilia dell’apertura delle scuole.

Gli ultimi 106 casi in sicilia sono stati riscontrati a fronte di 4.607 tamponi (più o meno come il giorno precedente) e portano il numero degli attuali positivi nell’Isola a 1.603, di cui 1.477 in isolamento domiciliare, 108 ricoverati in ospedale con sintomi (3 più di ieri) e 18 ricoverati gravi in terapia intensiva (+3 rispetto a ieri). Il numero totale di casi di coronavirus in Sicilia dall’inizio della pandemia è invece di 5.032, le guarigioni sono 3.140 (30 più di ieri) e i decessi sono fermi a 289.

A preoccupare ora sono i focolai locali che continuano a emergere a pochi giorni dall’apertura delle scuole. Dei nuovi 106 casi, per esempio, ben 39 sono stati registrati a Palermo, mentre 22 sono in provincia di Catania. Altri 17 a Trapani, 5 a Messina, 2 a Siracusa, 5 a Ragusa, 3 a Enna, 11 ad Agrigento e 2 in provincia di Caltanissetta. Non ci sono più quindi province a zero casi.

In Italia

Ancora in aumento i contagi da coronavirus in Italia: sono 1.597 i casi registrati nelle ultime 24 ore (ieri erano 1.434) per un totale di 283.180. Dai dati del ministero della Salute emerge invece un calo delle vittime, 10 in un giorno mentre ieri erano 14. Il totale complessivo dei morti sale così a 35.587. In calo anche il numero dei tamponi effettuati: 94.186, poco meno di duemila meno di ieri. 

Salgono il numero dei malati per Covid 19, i ricoveri nelle terapie intensive e quelli negli altri reparti degli ospedali. Dai dati del ministro della Salute emerge infatti che ci sono 35.708 attualmente positivi, 613 più di ieri, 164 persone ricoverate in rianimazione (14 in più) e 1.836 negli altri reparti, 58 in più rispetto a mercoledì. In aumento anche i soggetti in isolamento domiciliare: erano 32.806 ieri, sono 33.708 oggi, con un incremento di 902. I dimessi e i guariti, infine, sono 211.885, 613 in più nelle ultime 24 ore.

Se il bollettino quotidiano del ministero della Salute mostra una curva dei contagi in continua salita, in realtà si tratterebbe di un dato sottostimato secondo i calcoli eseguiti dai fisici dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) pubblicati sul sito CovidStat. L’indice di contagiosità Rt in Italia, affermano, risulta essere circa 3, considerando anche i casi di infezione nelle persone asintomatiche, che pur avendo il virus non hanno sintomi. Si tratta di un valore di Rt quasi doppio rispetto a quello indicato dall’Istituto superiore di Sanità che si basa soltanto sui casi con sintomi.

@LASICILIA

Reply